Campionato Nazionale Serie D – gir. F

sabato 8 settembre 2012 ore 20,45

Stadio Del Conero

ANCONA 1905 – JESINA: 1-1

ANCONA 1905: D’Arsiè, Del Grosso, Ciaramitaro, Ruffini, (35′ Alvino), Torta, Labriola, Borrelli, Latorracca, Olcese, Sparvoli, (35′ st. Gagliardini), Ambrosini, (26′ st. Traini). All. Gentilini. a disp. Rosti, Lispi, Daidone, Barilaro.

JESINA: Giovagnoli, Campana, Cardinali M., Strappini, Gabrielli, Tafani, Cardinali N., (40′ st. Gabrielloni T.), Sebastianelli, Stefanelli, Gabrielloni A., (26′ st. D’Errico), Frulla. All. Amaolo. a disp. Tavoni, Tullio, Maiorano, Borocci, Carnevali.

Reti –33′ pt. Borelli, 25′ st. Sebastianelli.

Arbitro – Molinaroli di Verona
Note – Ammoniti – Ruffini, Torta, Tafani. Espulso per somma di ammonizioni Sebastianelli.

Corriere Adriatico – 9 set. 2012

Resto del Carlino – 9 set. 2012

VEDI VIDEO

Il vero spettacolo, in questo derby della Provincia, è solo sugli spalti. Gran cornice di pubblico. Tifo appassionato. Colori, bandiere, coreografie. Sul campo invece di cose belle non se ne vedono tante. Alla fine Ancona e Jesina impattano sull’1-1. A Borrelli, risponde Sebastianelli. A un primo tempo di marca dorica, una ripresa tutta leoncella. Prima dell’avvio momento amarcord col presidente Marinelli che omaggia alcune vecchie glorie del passato anconetano. Pronti via e in due minuti gli uomini di Gentilini sfiorano il vantaggio tre volte. Al 5° è una velenosa punizione di Ambrosini a testare la concentrazione di Giovagnoli che devia in angolo. Un minuto dopo e Del Grosso scarica un destro in diagonale che trova ancora il numero uno avversario a dirgli di no. E quando non arriva il portiere della Jesina, c’è il palo a negare la rete all’Ancona. Al 7° ancora Ambrosini, su punizione, a impattare sul legno. Lo sprint iniziale diventa una passeggiata di relax fino alla mezz’ora. Cioè fino a quando, al 33°, un guizzo di Olcese non diventa un cioccolatino per Borrelli che insacca. È 1-0. E gol numero due in altrettante partite per l’ex Teramo. Partita in discesa. Che l’Ancona potrebbe già chiudere tre minuti più tardi. Ma Olcese s’incarta e perde l’attimo per battere a rete. Sul finire di tempo lo squillo della Jesina. È Frulla da fuori area a sfiorare il palo. L’intervallo rinvigorisce i leoncelli e spegne i dorici. Il loro ultimo sussulto è timbrato Borrelli-Ambrosini. Al 6° cross del primo e spaccata alta da buona posizione del seconda. Poi sale in cattedra Sebastianelli. Il centrocampista di Amaolo inizia ciabattando malamente una palla invitante dentro l’area. L’inzuccata al 27° è invece vincente e rimette le cose a posto per i suoi, al culmine di un’azione insistita iniziata con un salvataggio di D’Arsié salva su Stefanelli. Alla mezz’ora però Sebastianelli completa l’opera facendosi espellere per doppia ammonizione. E rischiando di diventare da eroe a fesso. Ma l’Ancona non ne ah più per l’affondo finale. La Jesina invece tiene bene il campo e non rischia più niente. Alla fine un punto a testa e quasi tutti contenti. Meno gli amanti dello spettacolo e i tifosi dorici.  A.Fiano